Regalati l’emozione di ospitare un bambino di Cernobyl

Il prossimo mese di Giugno accoglieremo un nuovo gruppo di bambini bielorussi, provenienti dai villaggi di Dobrush, una delle zone ancora molto contaminate a seguito del disastro nucleare di Cernobyl, nonostante siano ormai trascorsi quasi 28 anni da quel  drammatico 26 Aprile 1986.

Il motivo per cui questi bambini vengono in Italia è il risanamento.

L’opportunità di trascorrere un mese lontano da zone ancora altamente radioattive, e un’alimentazione con cibi non contaminati, consente loro di rafforzare le difese immunitarie in modo naturale, venute meno a causa delle precarie condizioni ambientali e di vita.

Infatti da vari studi è stato evidenziato che soggiornare anche per breve tempo in zone non contaminate e alimentarsi con cibi privi di radionuclidi permette di ridurre dal 50% al 60% la radioattività assorbita dai bambini, senza nessun pericolo per le famiglie che li ospitano, diminuendo così il rischio di essere colpiti da tumori, leucemie ed altre patologie direttamente connesse.

Giugno può sembrare lontano, ma per tutte le pratiche burocratiche da espletare, i tempi sono molto ristretti e noi ora siamo alla ricerca di nuove famiglie che desiderino fare questa bellissima esperienza di accogliere un bambino, per donare un momento di felicità a questi bambini.

Sono già 206 i bambini che abbiamo ospitato, ma tanti sono ancora in attesa di poter trascorrere un mese di risanamento all’estero.

Recita una famosa canzone: «Il mondo che vorrei avrebbe mille mani e mille braccia per i bimbi del domani che coi loro occhi chiedono di più… Per chi spera ancora in un sorriso, ed è convinto che il suo domani è insieme a te…»

Purtroppo, senza famiglie i nostri sforzi si rivelano inutili, e i bambini … ci rimettono.

L’ospitalità è rivolta ai bambini di età compresa tra 8 e 12 anni e l’accoglienza è possibile anche da parte di persone che lavorano perché, durante la settimana, dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 8 alle 18, i bambini stanno in Oratorio.

Per facilitare l’accoglienza, per le famiglie ospitanti viene organizzato un breve corso base di russo, gratuito, composto da otto lezioni a cadenza settimanale, tenute da una docente bielorussa nei mesi di marzo, aprile e maggio, durante il quale, oltre ad apprendere alcune frasi ed espressioni essenziali, utili per il dialogo quotidiano con i bambini, si crea un bellissimo “feeling” tra le famiglie.

Tutte le spese per i bambini durante il mese di accoglienza sono a carico dell’Associazione, dal viaggio aereo, ai soggiorni montano e marino, alle gite, cure mediche, ecc.

Siamo consci del difficile periodo che stiamo vivendo, ma, le famiglie devono preoccuparsi solo di offrire loro un posto per dormire e da mangiare la sera e nei fine settimana.

Ospitare un bambino è un’esperienza molto arricchente per tutta la famiglia, è un aprirsi verso gli altri, è stringere amicizie anche con altre famiglie ospitanti, condividendone le emozioni, è …gioia.

Se volete saperne di più e condividere la gioia dell’ospitalità, potete scriverci a info@progetto-cernobyl.com, oppure potete compilare l’apposito modulo per aderire al progetto accoglienza tramite questa pagina: Ospita un bambino Bielorusso.

Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie e l'informativa sulla privacy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando la navigazione oppure cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi